Perinaldo Festival 2020

Giunto ormai all’ XIII edizione, il Perinaldo Festival è un’iniziativa realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo, che si svolge quest’anno dal 25 luglio al 2 agosto.
Una delle più interessanti manifestazioni del Ponente ligure per qualità artistica e ricchezza dell’offerta culturale.

Non solo a Perinaldo, ma anche a Bordighera, Ventimiglia e Ospedaletti si svolgeranno i tanti eventi e spettacoli in programma.

“Confine” è il tema conduttore del festival attorno al quale si snodano riflessioni sull’identità individuale in rapporto con le diversità. La manifestazione diventa occasione di incontro, recezione, racconto e creazione, grazie alla liquidità dei confini tra generi e linguaggi. Quest’anno la rassegna dedica inoltre alcuni appuntamenti alla riflessione sui concetti di “sostenibilità” e “sviluppo”, la cui azione integrata è evidentemente necessaria alla sopravvivenza del genere umano

Terre di Confine presenta 10 appuntamenti -spettacoli, presentazione di libri, passeggiate- distribuiti sul territorio di Perinaldo, Bordighera, Ospedaletti. Tutti gli eventi sono contingentati per motivi di sicurezza. L’ingresso è a offerta libera con prenotazione necessaria via whatsapp al n. 3669730066. Molti spettacoli serali prevedono un doppio turno per permettere l’ingresso ad un numero maggiore di persone. La prenotazione via whattsapp garantisce l’accesso agli eventi; lo stesso numero è a disposizione per informazioni, tutte le mattine dalle 10 alle 12, a partire dal 20 luglio.

Nella prenotazione è necessario indicare nome e cognome di tutti i partecipanti.

Il Festival rompe il silenzio dell’estate ponentina sabato 25 luglio, iniziando da Bordighera (21.30 Giardini Lowe) con la Banda Osiris insieme a Telmo Pievani. Come fare a creare uno spettacolo che parli di acqua con musica, ironia e scienza, lasciando il pubblico senza fiato? La risposta è nel connubio tra Telmo Pievani, accademico votato alla divulgazione, e la Banda Osiris, uno dei gruppi musicali più longevi della nostra scena teatrale e televisiva.

Inquinamento, cambiamenti climatici, effetto serra, sono temi con i quali ci si confronta quotidianamente. L’idea di sviluppo sostenibile deve orientare le scelte presenti al benessere delle generazioni attuali e future. Non possiamo attendere ancora!

Evento realizzato in collaborazione con il Comune di Bordighera e con Touscouleurs

Il secondo appuntamento vede protagonista il fisarmonicista Francois Parisi, domenica 26 luglio a Perinaldo, piazza San Nicolò ore 21 e ore 22.30 con lo spettacolo “Musette, une histoire d’immigration et de frontières”

Il recital del fisarmonicista francese ripercorre la storia del “Bal Musette”, dall’immigrazione emiliana in Francia tra ‘800 e ‘900, ai primi timidi suoni di un Jazz europeo originale.

Lunedì 27 luglio torniamo a parlare di ambiente a Perinaldo, piazza San Nicolò ore 21.30, con “Una, dieci, cento Terre. Quanti mondi da chiamare “casa”?”

La Terra è il pianeta che, a buon diritto, possiamo chiamare “casa”, ma è sempre stato così accogliente? E per quanto lo sarà ancora? Esistono altri pianeti con caratteristiche simili alla Terra, mondi in grado di ospitarci e che potremo chiamare “casa” in futuro?

Affrontiamo la questione in una conferenza spettacolo a cura di Infini.To, (Planetario di Torino). Conduce l’astrofisico Emanuele Balboni, musica a cura del Perinaldo Festival jazz Ensemble.

Nel pomeriggio alle ore 18.00 e 18.30 “Passeggiata tra storia e astronomia nel borgo delle stelle”, a cura dell’Osservatorio Comunale G.D. Cassini di Perinaldo. Commenta dal vivo il violoncello di Maria Sesia. Ritrovo presso la piazza delle corriere. Info e prenotazioni 3485823047.

Conclude la serata l’apertura straordinaria dell’Osservatorio Cassini di Perinaldo con osservazione guidata dalle 23.00

Martedì 28 luglio Perinaldo piazza San Nicolo ore 21.00 e 22.30, Cuareim Quartet, “Danzas”

Arrivano da Berlino e scelgono Terre di confine per presentare in esclusiva in Italia il loro ultimo lavoro discografico, “Danzas”

E’ un quartetto d’archi in cui tutti i musicisti creano e improvvisano. Originale progetto cosmopolita, ci accompagnerà in un viaggio intorno al mondo attraverso tradizioni musicali popolari: dall’Isola della Reunion al Brasile, dai Balcani al Perù.

Realizzato in collaborazione con Rivoli Musica.

Aspettando il concerto ore 20.30 “Spazio autori”

Presentazione della guida turistico ambientale “Alpi azzurre – Guida alla scoperta dell’Entroterra di confine fra Ponente Ligure e Francia” di Corrado Ramella e Diego Rossi, edizioni Fusta in collaborazione con libreria “Amico libro” di Bordighera

Mercoledì 29 luglio ore 21.30, Ospedaletti Auditorium comunale, Arakne Mediterranea in “Pizzica del mediterraneo”

Esplosione di vitalità, questa compagnia di artisti, studiosi e ricercatori lavora per preservare e far conoscere le tradizioni, le danze, gli usi e i costumi del Salento e dintorni, autentica espressione di una cultura “altra”.

Evento realizzato in collaborazione con il Comune di Ospedaletti.

Venerdì 31 luglio, Perinaldo, piazza San Nicolò, ore 21 e 22.30, Marcotulli Tavolazzi Golino “Trio Kala”. Un racconto ai confini tra pop e jazz. Dopo molti anni di palcoscenici condivisi insieme a formazioni che li hanno visti accompagnare grandi artisti, Rita Marcotulli, Alfredo Golino e Ares Tavolazzi hanno deciso di unirsi per divertirsi e regalarci forti emozioni.

Sabato 1 agosto Perinaldo piazza san Nicolo ore 21 e 22.30 “Orchestra Bailam”

Un viaggio a ritroso nelle città di Smirne, Salonicco, Istanbul dove i levantini, eredi dei mercanti genovesi e veneziani insediati fin dal XII secolo, crearono un tessuto sociale cosmopolita. E’ in questo contesto che si inserisce l’interpretazione mediorientale del canto “trallalero”, attraverso un dialogo fra le voci della tradizione genovese e l’Orchestra Bailam. Un’invenzione artistica che è interscambio culturale: non solo tutela della tradizione, ma anche punto di partenza, un’innovazione che vuole diventare tradizione del domani.

Domenica 2 agosto, ore 11 e 12, Arena Sciamanin, Paola Corti in “Favelle oscure”. Pizie, parche, streghe e stregoni in quel di Perinaldo”

Piccolo spettacolo tra teatro e musica, regia e drammaturgia Paola Corti (Teatri del Mondo). Con la partecipazione dei bambini di Perinaldo e dintorni,

Il Festival è stato realizzato con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore), nell’ambito dell’edizione 2020 del bando “Performing Arts; l’iniziativa è promossa dal Comune di Perinaldo insieme ai comuni di Ospedaletti e Bordighera.

Con questa rassegna di concerti il Comune di Perinaldo è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

La direzione artistica del Perinaldo Festival è affidata a Massimiliano Gilli e Paola Secci.

Info e contatti: Comune di Perinaldo tel 0184 672001/ fax 0184/672021
www.perinaldofestival.comhttps://www.facebook.com/perinaldofestival


LocandinaFestival2020-SMALL

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *